28 Nov

Si ricerca il tema della V edizione

Il presidente del premio internazionale Assteas, Maurizio Caso Panza, in linea con le precedenti edizioni, bandisce la ricerca del tema della prossima edizione, la V edizione e che si svolgerà nel 2021. Il premio si riporta che ha portano innovazione nel mondo della ceramica e delle arti plastiche, diventando così un punto di riferimento.

Per coloro che volessero segnalere il tema, inviare un’email all’indirizzo premioassteas@gmail.com indicando nell’oggetto, tema della manifestazione.

14 Ago

Catalogo della IV edizione

L’Associazione Culturale Xarte, comunica con nota stampa, che Sabato 11 luglio dalle ore 10.30 presso il Museo Civico e della Ceramica di Ariano Irpino, antica città della ceramica, vi è stata la premiazione e quindi la chiusura della IV edizione del premio internazionale Assteas per ceramiche ed arti plastiche.

Ci riferisce il presidente Maurizio Caso Panza, affiancato dal direttore artistico Emilio Bilotta, il grande plauso che ha avuto l’evento che ha consentito ad un elevato numero di artisti da varie parti d’Italia e d’Europa di cimentarsi con la “fortuna e le sue forme” e che ha consentito oltre a raccogliere le varie interpretazioni artistiche di approfondire quanto sia diversificato e interessante la sfera misteriosa delle credenze popolari, che vuole esorcizzare la fortuna.

Durante la chiusura sono stati quindi assegnati premi ai seguenti artisti: “(Premio Poesia Assteas Prize IV):Graziella Bergantino, Stefania Siani” Premi per le opere in ceramica “(I° Premio) Lauro Papale; (II° Premio pm) Noemi Dotolo, Katarzyna Królikowska Pataraia;( III° Premio pm) Luigi Russo, Iolanda Morante, Daria Bollo;( Premio Storiografia) Roberto Paolini.

Si ricordano gli artisti partecipanti e che sono: “Paola Abbondi, Graziella Bergantino (poesia) Daria Bollo, Daniela Cappuccio, Nicoletta Casbarra, Felice De Falco, Noemi Dotolo,Fabrizio Fabbroni, Adriana Ferri, Vittorio Fumasi, Katarzyna Królikowska-Pataraia, Carmine Lengua, Rossella Mazzitelli, Roberta Mazzon, Iolanda Morante, Roberto Paolini, Cosimino Panza, Lauro Papale, Leonardo Pappone, Elio Russo, Luigi Russo, Immacolata Siani, Stefania Siani (poesia), Fernando Tedino, Luisa Terracini, Alfredo Verdile”.

Mentre la giuria è composta da: “Antonio Ingrisano, Ottaviano D’Antuono, Chiara Lo Conte, Angelo Orsillo, Ketty Siani, Adriana Ferri”, Presidente di Giuria “Carmine Iuorio”, Critico “Maurizio Vitiello”, Direttore Artistico “Emilio Bilotta”, Presidente Premio Assteas “Maurizio Caso Panza”.

In ultimo ricordiamo che il premio Assteas nel richiamare gli artisti a sviluppare opere in ceramica ed arti plastiche, vuole dare importanza al più famoso artista ceramista che la storia del nostro territorio ci tramanda, Assteas appunto.

15 Apr

Prorogati i termini di adesione al 15 maggio.

Slittano i termini di adesione alla IV° edizione del premio internazionale Assteas al 15 maggio. Lo comunica il presidente del premio Maurizio Caso Panza che unitamente al direttore artistico Arch. Emilio Bilotta stanno anche valutando forme espositive diverse ed in linea con le norme a tutela della salute. Per questo probabilmente ci riferiscono, il premio nel caso di ulteriori chiusure potrebbe svolgersi in virtuale o attraverso un rete televisiva. Infatti riferisce proprio il direttore artistico Emilio Bilotta il premio internazionale Assteas è uno dei pochi premi internazionali per ceramica ed arti plastiche che se da un lato così antico, prende spunto proprio dal ceramografo Assteas operante circa 2400 anni fa, dall’altro mira ad innovare il settore al fine di qualificare il lavoro dei ceramisti a cui di volta in volta vengono richieste opere di grande attualità com’è appunto la fortuna e la sua forma. Fortuna di cui abbiamo veramente molto bisogno proprio in questo particolare momento magari esorcizzando il cattivo momento. Il premio nasce ed ha artisti di varie nazionalità che vi partecipano sostanzialmente al fine di qualificare la ceramica e le arti plastiche nel panorama “importante” delle arti contemporanee che difatti soffre sia sotto il profilo espositivo ma anche sotto il profilo economico.

Ricordiamo che alla IV° edizione vi possono partecipare tutti i soggetti maggiorenni senza alcuna distinzione di nazionalità, sesso, religione o altro. Non esistono dimensioni per le opere che dovranno essere dotate di supporto o attaccagli, dipende chiaramente dal tipo di opera. Sulla manifestazione verrà redatto un catalogo che storicizza la manifestazione, i luoghi, le tematiche e che sarà anche scaricabile gratuitamente in file pdf

10 Mar

#ACASACONASSTEAS

Prorogati al 15 aprile i termini di adesione al premio Assteas

Una nota stampa il presidente Maurizio Caso Panza ci riferisce che sono stati prorogati i termini di adesione alla IV° edizione del premio internazionale Assteas sino al 15 aprile pv. Questa proroga è stata adottata con #acasaconassteas come riferisce il direttore artistico Arch. Emilio Bilotta, anche nell’intento di impegnare i numerosi artisti che sono vincolati a casa dallo Stop imposto a livello nazionale per il Coronavirus. Si vuole così dare impulso alla creazione di opere d’arte, utilizzando il tempo da spendere in casa modellando ceramica ed arti plastiche alla ricerca della forma della fortuna che, lo ricordiamo, è il tema della IV° edizione. La fortuna di cui abbiamo veramente molto bisogno proprio in questo particolare momento magari esorcizzando la buona sorte.

20 Gen

Piace il tema della IV edizione del premio internazionale Assteas.

Che il nostro paese fosse interessato agli oggetti portafortuna era cosa nota ma molte richieste di informazioni di adesione al premio arrivano dall’estero dimostra che se non si crede nella scaramanzia, si finisce spesso col fare affidamento su questo genere di oggetti per invocare la buona sorte utilizzando soprattutto cornetti, quadrifogli, ferri di cavallo, numeri e altre migliaia di forme…. probabilmente poi la materia più naturale a rappresentarli è l’argilla.

17 Giu

Successo e chiusura della terza edizione del Premio Internazionale Assteas; premiazione degli artisti in concorso.

Una folta presenza di artisti e curiosi, intervenuti da varie provincie, ha fatto da corollario domenica 16 giugno 2019 alle ore 18.00 alla chiusura della terza edizione del premio internazionale Assteas relativamente alla ceramica e alle arti plastiche. Il tema, molto apprezzato, è stato “Il vino” in quanto il Sannio è città Europea del vino 2019 e proprio seguendo tale aspetto la manifestazione si è svolta presso “La Casa di Bacco” del dott. Amedeo Ceniccola che ne ha illustrato gli aspetti collaborativi con Maurizio Caso Panza, presidente e fondatore di Assteas.

Le sala congressuale de “La casa di Bacco” di Guardia Sanframondi (Bn) ha ospitato la manifestazione del premio e dopo Presentazione della “Bottiglia celebrativa del Sannio Falanghina Citta’ Europea del Vino” realizzata dalla Casa di Bacco e la Consegna del premio Bacco al prof. Luigi Moio enologo che ha fatto riscoprire il vitigno Falanghina, è stato presentato il libro “Notturni” di Pino De Stasio, pubblicato da Palawan e Turisa. Alla manifestazione sono giunti anche i saluti del Sindaco di Guardia Sanframondi, dell’Assessore alla Cultura, che hanno ben lodato l’iniziativa tanto importante per un territorio dalla lunga storia, dalle tante ineguagliabili risorse.

Gli artisti partecipanti erano: “AtipicA Ceramic, Enrica Maria Aiello, Graziella Bergantino, Emilio Bilotta, Daria Bollo, Antonio Bruno, Daniela Cappuccio, Enrico Capuano, Alessandra Carnovale, Nicoletta Casbarra, Orazio Casbarra, Benedetta Del Monaco, Adriana Ferri, Angelo Fortunato, Anna Maria Gammaldi, Florinda Giannone, Carmine Lengua, Antonio Magnotta, Monica Mansi, Cosimino Panza, Immacolata Siani, Stefania Siani, Santino Trezza, Mimmo Tripodi, Alfredo Verdile, Italo Zotti”.

La Giuria: “prof. Alfonsina Paoletti, prof. Alessandro Borrelli, dott. Angelo Orsillo, Presidente di Giuria dott. Amedeo Ceniccola, Direzione Critica dott. Felice De Falco, Direttore Artistico m. Nicola Pica, Presidente Premio Assteas dott. Maurizio Caso Panza”

Hanno ricevuto menzioni speciali gli artisti: Graziella Bergantino “Per la poesia “Calice di Vino”, Stefania Siani “Per la poesia “L’ultimo Calice di vino” Italo Zotti “Per il particolare poetare tra l’ironico e l’irriverente, sempre attento alla rima e al senso”, Carmine Lengua “Per il valore artistico espresso su più materiali a dimostrazione delle non comune capacità”, Daria Bollo “Per la non comune rappresentazione che esprime con forza, capacità tecnica e creativa”, Nicoletta Casbarra “Per la padronanza del valore espressivo capace di tracciare continuità tra antico e moderno”, Adriana Ferri “Opera dagli stilemi attenti e tematici che ben dimostra la padronanza della tecnica”, Angelo Fortunato “Per la capacità d’insieme che l’opera esprime a dimostrazione delle ricercate espressioni cromatiche delle fusioni termiche”, Anna Maria Gammaldi “Opera la cui attenzione compositiva dimostra grande valore creativo e ricercato cromatismo signico”, Alfredo Verdile “Opera che assurge all’irriverenza sostanziale seppur complessa nella sintesi compositiva”.

Hanno vinto il primo premio i seguenti artisti: Mimmo Tripodi – primo premio modellato – “Opera dalla elevata maestria che dimostra valori di modellato, compositivi, tecnici e cromatici”, Immacolata Siani – primo premio decoro – “Opera il cui valore espressivo esaltato da decori, chiaro-scuri e grande capacità compositiva, iconizza appieno il tema della manifestazione”, Emilio Bilotta -premio della critica – “Opera di grande impatto compositivo che introspettando, coniuga in

armonioso “equilibrio” ceramica e vetro”.

La manifestazione ha dimostrato che nell’affrontare il tema del vino si riscopre la sua più antica essenza infatti già 16000 anni fa veniva usata la ceramica come contenitore del vino o di suoi derivati. Si coglie l’unicità che si riscopre con la storia nel mentre si è guidati da una grande innovazione come pure ha affermato il dott. Luigi Moio ordinario di Enologia all’Università Federico II di Napoli che ha decantato il potenziale del grande vitigno qual è la Falanghina.

09 Giu

Inaugurata la III edizione

Nella cornice tipicamente medievale di Guardia Sanframondi, nell’Art Gallery “La Casa di Bacco” realizzata dal dott. Amedeo Ceniccola, si è inaugurata alla presenza dell’Assessore alla Cultura del Comune, la III° edizione del premio internazionale Assteas per ceramica e le arti plastiche.

Il dott. Maurizio Caso Panza, presidente del premio ha introdotto la manifestazione con un’analisi storiografica sulla ceramica e sulle abitilità del ceramografo Assteas appunto.

Il premio che si concluderà il giorno 16 giugno con la premiazione degli artisti, è ricco di eventi collaterali come da programma.

06 Giu

Il programma in dettaglio

La III° edizione del premio internazionale Assteas per ceramiche ed arti plastiche è sulla linea di partenza, cosi ci viene riferito dal dott. Maurizio Caso Panza, presidente del premio,che informa del grande interesse su un premio che di anno in anno sta qualificando un settore troppo spesso poco considerato artisticamente. La manifestazione si svolgerà in Guardia Sanframondi Piazza Castello 7, presso “La Casa di Bacco” fondata dal dott. Amedeo Ceniccola per diffondere i valori del vino questo in quanto il tema delle opere in ceramiche è proprio il vino. Al premio è giunto il riconoscimento del patrocinio della Regione Campania che senza dubbio dimostra l’attenzione nel rivalutare il settore della ceramica, che tra le arti è indubbiamente quella che di più imprime valori tecnici, creativi e storici, si parla di un’arte già nota nel 16.000 a.c..

Il programma della manifestazione cui sono interessati gli artisti: “AtipicA Ceramic, Enrica Maria Aiello, Graziella Bergantino, Emilio Bilotta, Daria Bollo, Antonio Bruno, Daniela Cappuccio, Enrico Capuano, Alessandra Carnovale, Nicoletta Casbarra, Orazio Casbarra, Benedetta Del Monaco, Adriana Ferri, Angelo Fortunato, Anna Maria Gammaldi, Florinda Giannone, Carmine Lengua, Antonio Magnotta, Monica Mansi, Cosimino Panza, Maria Pia Rella, Immacolata Siani, Stefania Siani, Santino Trezza, Mimmo Tripodi, Alfredo Verdile, Italo Zotti” è ricco di eventi collaterali come di seguito si riporta:

8 giugno 2019 – Inaugurazione ore 18,00.

Si procederà alla presenza delle autorità e degli artisti all’inaugurazione del premio. In particolare

il dott. Amedeo Ceniccola presidente della Giuria e fondatore de La Casa di Bacco, rappresenterà il

connubio Ceramica-vino. Nell’occorrenza i poeti: “Stefania Siani, Graziella Bergantino e Italo Zotti” interpreteranno alcune poesie sul tema del vino appositamente scritte. Si procederà con la visita alle opere, ed ad un consueto buffet e degustazioni di vino.

Giorno 9 giugno dalle ore 18.00.

Corso gratuito formativo con relativo attestato di “storia contemporanea della fotografia” a cura

del dott. Angelo Orsillo, direttore dell’Accademia della Fotografia Julia Margaret Camerun di Benevento. La partecipazione è aperta a tutti ed è gratuita.

Giorno 12 giugno dalle ore 18,00

Convegno e studi a cura dell’Ass. Culturale sul connubio ceramica-vino che contraddistingue sia il nostro territorio ove la ceramica era conosciuta dal neolitico sia per la grande qualità dei vini. Interverranno aziende vitivinicole che faranno conoscere i loro prodotti.

Giorno 13 giugno dalle ore 17.00.

Presentazione del premio “Bacco Grand Cru” un concorso che mira a divulgare la cultura del vino

attraverso la passione per la cucina e farne capire la sua importanza nell’umanità.

Giorno 16 giugno dalle ore 17.00.

Presentazione della “Bottiglia celebrativa del Sannio Falanghina Citta’ Europea del Vino” realizzata dalla Casa di Bacco. Consegna del premio Bacco al prof. Luigi Moio enologo che ha fatto riscoprire il vitigno Falanghina.

Presentazione del libro “Notturni” di Pino De Stasio, pubblicato da Palawan e Turisa. Il testo analizza il lato oscuro che alligna i sogni e le paure che fanno percepire il mondo in maniera del tutto distorta e di contro, la poesia salvifica…

A seguire la consegna degli attestati agli artisti in concorso e premiazione degli artisti vincitori.

Il premio Assteas ringrazia:“ La Giuria: prof. Alfonsina Paoletti, prof. Alessandro Borrelli, dott. Angelo Orsillo, il Presidente di Giuria: dott. Amedeo Ceniccola, la Direzione Critica: dott. Felice De Falco, il Direttore Artistico: m. Nicola Pica, Presidente Premio Assteas: dott. Maurizio Caso Panza”.

01 Giu

Info fase espositiva Assteas 3

Questa III° edizione si svolgerà in Guardia Sanframondi (Bn) dal giorno 08 al giorno 16 giugno presso la gallery Art “La Casa di Bacco”, sita in piazza Castello 7.

La manifestazione si svolgerà in un paese di grande interesse artistico di cui le alleghiamo informazioni. Viene allegato anche un prospetto delle attività ricettive, ove interessi.

Invitiamo pertanto gli artisti ammessi a provvedere quanto prima alla spedizione e o consegna dell’opera, direttamente a La Casa di Bacco contattando il dott. Amedeo Ceniccola al numero di cellulare 3477226170.

Vai alla barra degli strumenti