17 Giu

Successo e chiusura della terza edizione del Premio Internazionale Assteas; premiazione degli artisti in concorso.

Una folta presenza di artisti e curiosi, intervenuti da varie provincie, ha fatto da corollario domenica 16 giugno 2019 alle ore 18.00 alla chiusura della terza edizione del premio internazionale Assteas relativamente alla ceramica e alle arti plastiche. Il tema, molto apprezzato, è stato “Il vino” in quanto il Sannio è città Europea del vino 2019 e proprio seguendo tale aspetto la manifestazione si è svolta presso “La Casa di Bacco” del dott. Amedeo Ceniccola che ne ha illustrato gli aspetti collaborativi con Maurizio Caso Panza, presidente e fondatore di Assteas.

Le sala congressuale de “La casa di Bacco” di Guardia Sanframondi (Bn) ha ospitato la manifestazione del premio e dopo Presentazione della “Bottiglia celebrativa del Sannio Falanghina Citta’ Europea del Vino” realizzata dalla Casa di Bacco e la Consegna del premio Bacco al prof. Luigi Moio enologo che ha fatto riscoprire il vitigno Falanghina, è stato presentato il libro “Notturni” di Pino De Stasio, pubblicato da Palawan e Turisa. Alla manifestazione sono giunti anche i saluti del Sindaco di Guardia Sanframondi, dell’Assessore alla Cultura, che hanno ben lodato l’iniziativa tanto importante per un territorio dalla lunga storia, dalle tante ineguagliabili risorse.

Gli artisti partecipanti erano: “AtipicA Ceramic, Enrica Maria Aiello, Graziella Bergantino, Emilio Bilotta, Daria Bollo, Antonio Bruno, Daniela Cappuccio, Enrico Capuano, Alessandra Carnovale, Nicoletta Casbarra, Orazio Casbarra, Benedetta Del Monaco, Adriana Ferri, Angelo Fortunato, Anna Maria Gammaldi, Florinda Giannone, Carmine Lengua, Antonio Magnotta, Monica Mansi, Cosimino Panza, Immacolata Siani, Stefania Siani, Santino Trezza, Mimmo Tripodi, Alfredo Verdile, Italo Zotti”.

La Giuria: “prof. Alfonsina Paoletti, prof. Alessandro Borrelli, dott. Angelo Orsillo, Presidente di Giuria dott. Amedeo Ceniccola, Direzione Critica dott. Felice De Falco, Direttore Artistico m. Nicola Pica, Presidente Premio Assteas dott. Maurizio Caso Panza”

Hanno ricevuto menzioni speciali gli artisti: Graziella Bergantino “Per la poesia “Calice di Vino”, Stefania Siani “Per la poesia “L’ultimo Calice di vino” Italo Zotti “Per il particolare poetare tra l’ironico e l’irriverente, sempre attento alla rima e al senso”, Carmine Lengua “Per il valore artistico espresso su più materiali a dimostrazione delle non comune capacità”, Daria Bollo “Per la non comune rappresentazione che esprime con forza, capacità tecnica e creativa”, Nicoletta Casbarra “Per la padronanza del valore espressivo capace di tracciare continuità tra antico e moderno”, Adriana Ferri “Opera dagli stilemi attenti e tematici che ben dimostra la padronanza della tecnica”, Angelo Fortunato “Per la capacità d’insieme che l’opera esprime a dimostrazione delle ricercate espressioni cromatiche delle fusioni termiche”, Anna Maria Gammaldi “Opera la cui attenzione compositiva dimostra grande valore creativo e ricercato cromatismo signico”, Alfredo Verdile “Opera che assurge all’irriverenza sostanziale seppur complessa nella sintesi compositiva”.

Hanno vinto il primo premio i seguenti artisti: Mimmo Tripodi – primo premio modellato – “Opera dalla elevata maestria che dimostra valori di modellato, compositivi, tecnici e cromatici”, Immacolata Siani – primo premio decoro – “Opera il cui valore espressivo esaltato da decori, chiaro-scuri e grande capacità compositiva, iconizza appieno il tema della manifestazione”, Emilio Bilotta -premio della critica – “Opera di grande impatto compositivo che introspettando, coniuga in

armonioso “equilibrio” ceramica e vetro”.

La manifestazione ha dimostrato che nell’affrontare il tema del vino si riscopre la sua più antica essenza infatti già 16000 anni fa veniva usata la ceramica come contenitore del vino o di suoi derivati. Si coglie l’unicità che si riscopre con la storia nel mentre si è guidati da una grande innovazione come pure ha affermato il dott. Luigi Moio ordinario di Enologia all’Università Federico II di Napoli che ha decantato il potenziale del grande vitigno qual è la Falanghina.

09 Giu

Inaugurata la III edizione

Nella cornice tipicamente medievale di Guardia Sanframondi, nell’Art Gallery “La Casa di Bacco” realizzata dal dott. Amedeo Ceniccola, si è inaugurata alla presenza dell’Assessore alla Cultura del Comune, la III° edizione del premio internazionale Assteas per ceramica e le arti plastiche.

Il dott. Maurizio Caso Panza, presidente del premio ha introdotto la manifestazione con un’analisi storiografica sulla ceramica e sulle abitilità del ceramografo Assteas appunto.

Il premio che si concluderà il giorno 16 giugno con la premiazione degli artisti, è ricco di eventi collaterali come da programma.

06 Giu

Il programma in dettaglio

La III° edizione del premio internazionale Assteas per ceramiche ed arti plastiche è sulla linea di partenza, cosi ci viene riferito dal dott. Maurizio Caso Panza, presidente del premio,che informa del grande interesse su un premio che di anno in anno sta qualificando un settore troppo spesso poco considerato artisticamente. La manifestazione si svolgerà in Guardia Sanframondi Piazza Castello 7, presso “La Casa di Bacco” fondata dal dott. Amedeo Ceniccola per diffondere i valori del vino questo in quanto il tema delle opere in ceramiche è proprio il vino. Al premio è giunto il riconoscimento del patrocinio della Regione Campania che senza dubbio dimostra l’attenzione nel rivalutare il settore della ceramica, che tra le arti è indubbiamente quella che di più imprime valori tecnici, creativi e storici, si parla di un’arte già nota nel 16.000 a.c..

Il programma della manifestazione cui sono interessati gli artisti: “AtipicA Ceramic, Enrica Maria Aiello, Graziella Bergantino, Emilio Bilotta, Daria Bollo, Antonio Bruno, Daniela Cappuccio, Enrico Capuano, Alessandra Carnovale, Nicoletta Casbarra, Orazio Casbarra, Benedetta Del Monaco, Adriana Ferri, Angelo Fortunato, Anna Maria Gammaldi, Florinda Giannone, Carmine Lengua, Antonio Magnotta, Monica Mansi, Cosimino Panza, Maria Pia Rella, Immacolata Siani, Stefania Siani, Santino Trezza, Mimmo Tripodi, Alfredo Verdile, Italo Zotti” è ricco di eventi collaterali come di seguito si riporta:

8 giugno 2019 – Inaugurazione ore 18,00.

Si procederà alla presenza delle autorità e degli artisti all’inaugurazione del premio. In particolare

il dott. Amedeo Ceniccola presidente della Giuria e fondatore de La Casa di Bacco, rappresenterà il

connubio Ceramica-vino. Nell’occorrenza i poeti: “Stefania Siani, Graziella Bergantino e Italo Zotti” interpreteranno alcune poesie sul tema del vino appositamente scritte. Si procederà con la visita alle opere, ed ad un consueto buffet e degustazioni di vino.

Giorno 9 giugno dalle ore 18.00.

Corso gratuito formativo con relativo attestato di “storia contemporanea della fotografia” a cura

del dott. Angelo Orsillo, direttore dell’Accademia della Fotografia Julia Margaret Camerun di Benevento. La partecipazione è aperta a tutti ed è gratuita.

Giorno 12 giugno dalle ore 18,00

Convegno e studi a cura dell’Ass. Culturale sul connubio ceramica-vino che contraddistingue sia il nostro territorio ove la ceramica era conosciuta dal neolitico sia per la grande qualità dei vini. Interverranno aziende vitivinicole che faranno conoscere i loro prodotti.

Giorno 13 giugno dalle ore 17.00.

Presentazione del premio “Bacco Grand Cru” un concorso che mira a divulgare la cultura del vino

attraverso la passione per la cucina e farne capire la sua importanza nell’umanità.

Giorno 16 giugno dalle ore 17.00.

Presentazione della “Bottiglia celebrativa del Sannio Falanghina Citta’ Europea del Vino” realizzata dalla Casa di Bacco. Consegna del premio Bacco al prof. Luigi Moio enologo che ha fatto riscoprire il vitigno Falanghina.

Presentazione del libro “Notturni” di Pino De Stasio, pubblicato da Palawan e Turisa. Il testo analizza il lato oscuro che alligna i sogni e le paure che fanno percepire il mondo in maniera del tutto distorta e di contro, la poesia salvifica…

A seguire la consegna degli attestati agli artisti in concorso e premiazione degli artisti vincitori.

Il premio Assteas ringrazia:“ La Giuria: prof. Alfonsina Paoletti, prof. Alessandro Borrelli, dott. Angelo Orsillo, il Presidente di Giuria: dott. Amedeo Ceniccola, la Direzione Critica: dott. Felice De Falco, il Direttore Artistico: m. Nicola Pica, Presidente Premio Assteas: dott. Maurizio Caso Panza”.

01 Giu

Info fase espositiva Assteas 3

Questa III° edizione si svolgerà in Guardia Sanframondi (Bn) dal giorno 08 al giorno 16 giugno presso la gallery Art “La Casa di Bacco”, sita in piazza Castello 7.

La manifestazione si svolgerà in un paese di grande interesse artistico di cui le alleghiamo informazioni. Viene allegato anche un prospetto delle attività ricettive, ove interessi.

Invitiamo pertanto gli artisti ammessi a provvedere quanto prima alla spedizione e o consegna dell’opera, direttamente a La Casa di Bacco contattando il dott. Amedeo Ceniccola al numero di cellulare 3477226170.

16 Apr

A breve scadono i termini di adesione alla III° edizione del premi.

Il premio internazionale Assteas per la ceramica ed arti plastiche ha ricevuto consensi ed interesse storiografico facendo riaffermare le qualità eccelse del ceramografo Assteas che probabilmente ben consapevole della sua arte, riusciva a contrassegnare le proprio opere con stilemi e tratti unici.

Per partecipare al premio scarica il bando:  Bando premio Assteas 2019 Bando premio Assteas 2019

23 Feb

Premio internazionale “Assteas” in gara le aziende vitivinicole.

Il premio internazionale Assteas per la ceramica e le arti plastiche anche in questa terza edizione ha riscosso interesse e questo perché se da una parte porta a scoprire il ceramografo Assteas, indubbiamente il più importante giunto ai nostri tempi, dall’altro diffonde l’attenzione sulla ceramica che è tra le più antiche forme espressive umane. La ceramica è una forma d’arte seppur antica di grande modernità proprio com’è per il vino. Per questi motivi il premio internazionale Assteas ha aperto la partecipazione alle aziende vitivinicole che potranno partecipare e concorre al premio, un premio diretto alla loro “arte”. In questa III° edizione quindi vi sarà il connubio artista che espone le sue opere in ceramica e aziende vitivinicole che proporranno i propri prodotti e gli uni giudici popolare degli altri. Tutti a contendersi il riconoscimento un riconoscimento che qualifica una sintesi millenaria quotata al futuro e alla sua valorizzazione.

Per partecipare le aziende vitivinicole devono scaricare e compilare il bando il formato (doc Bando premio Assteas 2019 Aziende vitivinicole) (pdf Bando premio Assteas 2019 Aziende vitivinicole),   la partecipazione è gratuita. Le iscrizioni sono aperte sino al 31 maggio 2019. 

17 Feb

Il vino prepara i cuori e li rende più pronti alla passione. Ovidio

Il vino quale tema della III edizione del premio coglie la dinamica stessa dell’arte che prepara i cuori come chi realizza appunto arte e chi ne è estimatore.

La ceramica tra le arti merita indubbiamente l’elogio di Ovidio che viene fatto al vino perchè l’arte prepara i cuori.

Invito alla partecipazione. Vedi e scarica i bandi doc o pdf.Bando premio Assteas 2019 Bando premio Assteas 2019

06 Feb

Inserita la sezione bicchieri e bottigliere nella III° edizione del Premio “Assteas”

Il vino è da sempre un riferimento tangibile cui la storia spesso riscopre come appunto è accaduto nella III° edizione del premio internazionale Assteas che a seguito della richiesta di vari artisti e viticoltori ha inserito le sezioni di bicchieri e bottiglie realizzate in ceramica e arti plastiche.

Il premio ci viene comunicato dal Presidente dott. Maurizio Caso Panza, ideatore della manifestazione, è divenuto un riferimento per gli artisti che operano nel mondo della ceramica e non solo e che quest’anno ha come tema appunto “il vino” nelle sue possibili espressioni e derive anche a evidenziare e diffondere che il Sannio è ‘Città Europea del Vino 2019’.

L’artista è libero di realizzare le opere nelle dimensioni che ritiene in quanto non esistono limiti. La selezione avverrà da parte dal direttivo Xarte mentre per decretare le opere vincitrici ci si affiderà ai social e alle pagine del premio internazionale Assteas nonché a qualificati giudici.

Le novità di questa edizione sono numerose in particolare aderire alla manifestazione è assolutamente gratuito in aderenza al CirPart (circuito dei premi d’arte certificati) mentre se interessato l’artista può richiedere il catalogo cartaceo al costo di 25 euro.

Lo ricordiamo che il premio Assteas nel richiamare gli artisti a sviluppare opere in ceramica ed arti plastiche, vuole dare importanza al più famoso artista ceramista greco Assteas appunto.

Per partecipare bisogna scaricare il bando in formato docx Bando premio Assteas 2019  – formato pdf  Bando premio Assteas 2019. Le iscrizioni sono aperte sino al 31 maggio 2019.

24 Gen

Aperte le iscrizioni alla III° edizione del premio internazionale Assteas

L’Associazione Culturale Xarte attraverso il Presidente dott. Maurizio Caso Panza, comunica che sono aperte le iscrizioni alla III° edizione del premio internazionale Assteas per la ceramica e le arti plastiche.

Il premio oramai è divenuto un riferimento per gli artisti, affermati ed emergenti che operano nel mondo della ceramica e della scultura in generale. Quest’anno il tema della manifestazione sarà “il vino” nelle sue possibili espressioni e derive anche a evidenziare e diffondere che il Sannio è ‘Città Europea del Vino 2019’.

Per quest’anno il dott. Maurizio Caso Panza in aderenza al CirPart (circuito dei premi d’arte certificati) ha rilanciato alcune novità ed in particolare la partecipazione gratuita, l’artista nel caso è interessato può richiedere il catalogo cartaceo al costo di 25 euro. L’artista è libero di realizzare le opere nelle dimensioni che ritiene in quanto non esistono limiti. La selezione avverrà da parte dal direttivo Xarte mentre per decretare le opere vincitrici ci si affiderà ai social e alle pagine del premio internazionale Assteas.

Lo ricordiamo che il premio  Assteas nel richiamare gli artisti a sviluppare opere in ceramica ed arti plastiche, vuole dare importanza al più famoso artista ceramista che la storia del nostro territorio ci tramanda Assteas appunto. Va ricordato che è proprio di Assteas il cratere “Ratto di Europa”, definito come “il vaso più bello del mondo e rinvenuto in Sant’Agata Dei Goti (BN) e con una peripezia, anch’essa da mitologia, ritornato nel suo territorio. Per questo è mitologico il vaso ed è mitologico il suo autore.

Per partecipare bisogna scaricare il bando (Bando premio Assteas 2019 docx –   Bando premio Assteas 2019 pdf) compilare l’apposito bando. Le iscrizioni sono aperte sino al 31 maggio 2019.

17 Giu

Successo e chiusura della seconda edizione del Premio Internazionale Assteas; premiazione degli artisti in concorso.

Una presenza di artisti e curiosi, intervenuti da varie provincie e regioni, ha fatto da corollario alla chiusura della seconda edizione del premio internazionale Assteas relativamente alla ceramica e alle arti plastiche. Il tema, molto apprezzato, è stato “La Fenice” ed il suo risorgere dalle cenere come appunto riporta il motto “Post fata resurgam” ossia risorgerò dopo la morte.

Le sala congressuale a ridosso del Museo Civico e della Ceramica di Cerreto Sannita ha ospitato la manifestazione di chiusura del premio e dopo i saluti del Sindaco di Cerreto Sannita Geom. Giovanni Parente, dell’Assessore alla Cultura dott.ssa Giovanna Rubano, del Vicepresidente dell’Associazione Città della Ceramica, dell’artista Laura Marmai, il direttrice artistico dott. Maurizio Caso Panza ha dato il via alle effettive premiazioni degli artisti in concorso.

Hanno ricevuto menzioni speciali gli artisti: Dorota Maria Adamska Margarito (Per la non comune rappresentazione che si colloca tra il mito ed il quotidiano), Silvio Amato (Per la “sposata” commistione tra il ferro e la ceramica), Alessandro Carta (Opera dagli stilemi attenti e tematici che ben dimostra la padronanza della tecnica), Cinzia Gaudiano (Per la pulizia delle forme che esprime le chiare ed elevate capacità tecniche), Emilio Iele (Opera che colloca abilmente in uno spazio, la materia, le contaminazioni ed il vissuto), Rossella Mazzitelli (Opera che in armonia con il moderno rappresentare crea insieme, stupore ed interesse).

Hanno vinto il primo premio i seguenti artisti: Alessandro Borrelli (Premio per oggetti a forma decorata). Motivazione: “Per la sopraffine realizzazione cromatica che completa un modellato attento e dettagliato”. Benedetta Del Monaco (Premio Vaso). Motivazione: “Opera che esprime alti valori di tecnica a corollario di adeguati studi”. Gioia Ferri (Premio per oggetti a forma modellata).

Motivazione: “Per la sopraffine forma che appare derivante dalla materia da cui prende origine”. Enzo Piatto (Premio per le contaminazioni). Motivazione: “Opera di grande pregio caratterizzata dalla espressione di più materiali”. Gioia Ferri (Premio per oggetti a forma modellata). Motivazione: “Per la sopraffine forma che appare derivante dalla materia da cui prende origine”. Felice De Falco (Premio della critica). Motivazione: “Per la realizzazione che fonde, abilmente e anacronisticamente, schemi e tecnica”.

La manifestazione ha dimostrato che l’arte contemporanea nel “riscoprire” la mitologia com’è stato con “La Fenice” coglie una forte innovazione che è sintesi, non di un passato dimenticato ma di una nuova idea di contemporaneo. Indubbiamente è attuale il risorgere, non dalle ceneri come è avvenuto per la Fenice ma dalle numerose difficoltà che ben attanagliano gli uomini, forse adesso più che un tempo lontano e passato.

File pdf Rassegna stampa II edizione premio internazionale Assteas.

Vai alla barra degli strumenti